Daniele Lisi
pubblicato 4 mesi fa in Cinema

You’re my wonderwall: appunti su Mommy di Xavier Dolan

You’re my wonderwall: appunti su Mommy di Xavier Dolan

Ogni spettatore si porta dietro il proprio bagaglio culturale. La visione del film deve poter agire liberamente, come stimolo alla memoria provocando una quantità di associazioni di pensiero. Il cinema è un esercizio ricco di metafore, dice una cosa e ne significa tante altre, ha rapporti con la cultura molto strani e profondi. Si tratta […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 6 mesi fa in Letteratura

I Canti di Castelvecchio:

Leopardi e Dante come orientamenti di lettura

I Canti di Castelvecchio:

Coevi ad Alcyone e al Fu Mattia Pascal e posteriori a Myricae, ai Poemetti e al Fanciullino, i Canti di Castelvecchio vennero pubblicati quando Pascoli aveva quarantotto anni e una cattedra all’università di Pisa. L’insegnamento, così come le traumatiche esperienze della sua infanzia, contaminò i suoi versi, in particolare la raccolta in questione. Al momento […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 7 mesi fa in Letteratura

Per una liturgia della poesia

Brevi riflessioni su Resteranno i canti di Franco Arminio

Per una liturgia della poesia

Quando una mia amica mi raccontò della paesologia, con la mente tornai tempestivamente al candore delle parole di Anguilla, il protagonista della Luna e i falò: «un paese ci vuole, non fosse per il gusto di andarsene via. Un paese», precisa il protagonista, «vuol dire non essere soli sapere che nella gente, nelle piante, nella […]

Continua a leggere · 8 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 9 mesi fa in Letteratura

Le confessioni di un italiano

Due ipotesi per una lettura postcoloniale dell’opera

Le confessioni di un italiano

Nievo scrisse Le confessioni di un italiano da giovanissimo, nel 1857. Aveva ventisei anni, era attivo politicamente e, oltre alla laurea in diritto, godeva di una poliedrica carriera letteraria. Coerentemente alla sua vita, così satura d’impegni e veloce, impiegò appena nove mesi per la scrittura di uno dei romanzi più voluminosi della nostra letteratura. Ma […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 12 mesi fa in Cinema

Loro 1 o la persona è sempre il discorso del padrone

Suggerimenti di lettura

Loro 1 o la persona è sempre il discorso del padrone

Inversamente al titolo scelto, questo scritto non è un commento marxista al film di Sorrentino. «La persona è sempre il discorso del padrone» è una delle tante enigmatiche frasi, che Jacques Lacan, memore dell’insegnamento hegeliano, ha disseminato nel suo ventesimo Seminario. Per ora veniamo al film e lasciamo in sospeso questa frase, che tornerà utile […]

Continua a leggere · 7 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 1 anno fa in Altro

Il metateatro pirandelliano:

disagio, realtà e finzione

Il metateatro pirandelliano:

Il 1921 segnò una svolta nella carriera artistica di Pirandello: avendo abbandonato definitivamente l’insegnamento universitario, egli poté dedicarsi interamente al teatro, tanto che coi Sei personaggi in cerca d’autore, oltre ad acquisire fama mondiale, inaugurò l’esperienza metateatrale, destinata a durare ben otto anni. Veniamo subito al cuore di questo scritto. Ho deciso di partire da […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Tre frammenti di un discorso amoroso

Lacan e il Reale

Tre frammenti di un discorso amoroso

Madonna, sì m’avene, ch’eo non posso avvenire com’eo dicesse bene la propria cosa ch’eo sento d’amore […] Lo non poter mi turba com’on che piange e sturba e pure li dispiace lo pinger che face. Si tratta di una serie di versi di una canzone, Madonna dir vo’ voglio, dell’alfiere della scuola siciliana e notaro, […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 1 anno fa in Letteratura \ Recensioni

Il fascino dei thriller

Invito alla lettura di Tornerà di Rinaldo Boggiani

Il fascino dei thriller

Siamo, da appena un mese, entrati nella stagione autunnale. Una stagione descrivibile attraverso il color grigio: sopraggiungono i primi freddi, la pioggia, la nebbia, al cielo soleggiato incede, parafrasando il poeta viterbese Vincenzo Cardarelli (1887-1959), quello plumbeo. Atmosfere cadenzate al punto giusto per scenari thriller. In uno sfondo affine s’inserisce a pieno il romanzo di […]

Continua a leggere · 6 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 2 anni fa in Letteratura

Palazzeschi e il suo Lavoretto assai enigmatico:

appunti per una lettura lacaniana dell’opera

Palazzeschi e il suo Lavoretto assai enigmatico:

Nel giugno del 1967, presso i tipi di Mondadori, è stato edito il terzultimo romanzo della carriera letteraria di Aldo Palazzeschi (1885-1974), Il doge. Per due ragioni tale opera, alla quale l’autore amava appellarsi come a «un lavoretto assai enigmatico» 1 , è significativa nella cronologia palazzeschiana: 1) sopraggiunse dopo quattordici anni dall’ultimo romanzo, Roma (1953); […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

“La narrazione è il bancone del supermercato”

frammenti di testi letterari contemporanei a confronto

“La narrazione è il bancone del supermercato”

A pianterreno, farmacie vicino vino e liquori uffici bancari caffè librerie, e in fondo edicole e fiorai ambulanti, oppure grandi sbarramenti di cancelli inferriate cantonate marmoree ringhiere colonne respingenti, più avanti case condominiali larghe e basse o all’improvviso strette e altissime, di colori diversi, ma tutti allo stesso modo bagnati muffiti e sobbolliti. Meno negozi, […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura