Claudia Giovannini
pubblicato 1 settimana fa in Letteratura

Elias Canetti: “Massa e Potere”… e solitudine

la figura del potente tra comando e paranoia

Elias Canetti: “Massa e Potere”… e solitudine

Elias Canetti (1905-1994), scrittore bulgaro naturalizzato britannico, impiegò 38 anni della sua esistenza per assicurare un’imbracatura adeguata a due termini troppo pesanti per venir sollevati da mano umana: nel ventre di questo titanico sforzo prese forma Massa e Potere, saggio di rara maestria pubblicato per la prima volta nel 1960. Una serie sconfinata di miti […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Claudia Giovannini
pubblicato 2 mesi fa in Letteratura

“Così è l’amicizia” nell’opera di Proust

La Ricerca (in)contra Nietzsche

“Così è l’amicizia” nell’opera di Proust

Quella di Marcel Proust (1871-1922) è una penna che, impeccabile, di peccato tuttavia si nutre. Se essa è stata in grado di elevare la più squisita falange dei sentimenti umani, ecco che in tale enciclopedia il più sacro degli affetti rimane a terra, irrito nel paradosso della solitudine: è il sentimento dell’amicizia. Annoverato con le […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Claudia Giovannini
pubblicato 3 mesi fa in Altro \ Letteratura

Peer Gynt e la conquista di sé

Henrik Ibsen tra Hegel e Kierkegaard

Peer Gynt e la conquista di sé

C’è un enigma intollerabile i cui vocalizzi, anziché dilettare, angosciosi violentano l’orecchio di un uomo: io sono davvero me stesso? Posso io conquistarmi? Non ha certo preteso di fornire una risposta, è stato forse più generoso Henrik Ibsen (1828-1906), drammaturgo e poeta norvegese, donandoci quel piccolo capolavoro teatrale quale è Peer Gynt. Rappresentato a Cristiania […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Claudia Giovannini
pubblicato 5 mesi fa in Altro \ Letteratura

Carlo Michelstaedter contro il groviglio della società

quando una tesi di laurea è già filosofare

Carlo Michelstaedter contro il groviglio della società

Non era previsto che l’uomo non avesse più tempo, tempo per elaborare il cambiamento che eppure gli avviene tra le dita. Né che si trovasse a muovere i passi in due terreni soltanto in parte contraddittori: un benessere come mai se n’è conosciuto, al contempo un’incertezza che tuttora avanza nei riguardi della società, delle istituzioni, […]

Continua a leggere · 6 minuti di lettura