Un Murakami qualunque

"Abbandonare un gatto" e "Prima persona singolare"

Un Murakami qualunque

Il piccolo Haruki Murakami e il padre si recano in spiaggia per abbandonare una gatta, probabilmente perché incinta; al ritorno scoprono però con stupore (e malcelato sollievo) che l’animale li ha preceduti, è tornata a casa da sola ed è lì ad aspettarli. Con questo ricordo luminoso venato di infantile speranza si apre Abbandonare un […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 giorni fa in Primulètte

La Nuova Frontiera: Un piede in paradiso di Ron Rash

La Nuova Frontiera: Un piede in paradiso di Ron Rash

Le primulètte sono le prime letture dei libri che leggeremo, quelli che non ci vogliamo dimenticare. E per questo vogliamo seminarli prima che fioriscano tra gli scaffali delle librerie. Ecco la primulètta numero tre, Un piede in paradiso di Ron Rash (traduzione di Tommaso Pincio, La Nuova Frontiera). Ho osservato l’auto di Tom sparire dietro […]

Continua a leggere · 7 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 giorni fa in Letteratura

Samuel Beckett – “L’ultimo nastro di Krapp”

Samuel Beckett – “L’ultimo nastro di Krapp”

“Forse i miei anni migliori sono finiti. Quando la felicità era forse ancora possibile. Ma non li rivorrei indietro. Non col fuoco che sento in me ora. No, non li rivorrei indietro”. Krapp immobile guarda fisso davanti a sé. Il nastro continua a registrare in silenzio. Queste le ultime righe di una pièce che Robert […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Roberta Landre
pubblicato 4 giorni fa in Recensioni

“Eccetera. Una commedia profetica”

“Eccetera. Una commedia profetica”

Poiché, se tutto era precipitato in questa maniera una volta, c’era il rischio che adesso potesse precipitare ancora […] Il punto era prendersi per primi ciò che si poteva […] Rimaneva comunque in sottofondo il sospetto della possibilità di un enorme disastro. Emilie Rose Macaulay scrive What Not. A Prophetic Comedy nel 1918; una commedia […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Alice Figini
pubblicato 6 giorni fa in Recensioni

Riflessioni su “Una vita come tante” di Hanya Yanagihara

la narrazione del post-umanesimo

Riflessioni su “Una vita come tante” di Hanya Yanagihara

Una vita come tante (traduzione di Luca Briasco, Sellerio, 2016) è un libro da cui non si torna indietro. Perché A Little Life, il best-seller mondiale dell’autrice di origini hawaiane Hanya Yanagihara, non è un semplice romanzo: è un’esperienza che ti entra nelle ossa. In queste pagine si passa attraverso spirali di dolore, benedizioni inattese, […]

Continua a leggere · 22 minuti di lettura
Alessandro Foggetti
pubblicato 1 settimana fa in Cinema e serie tv

«Cahiers du cinéma»

nascita, protagonisti e filosofia

«Cahiers du cinéma»

Alla vigilia della stesura di un articolo che vorrebbe allo stesso tempo generico e preciso, esauriente e documentato, il critico cinematografico comincia a invidiare al suo confratello letterario il privilegio della biblioteca dove fanno tappezzeria pesanti volumi di opere complete consultabili e citabili a piacimento (François Truffaut). I telefoni che squillano, l’odore deciso di tabacco, […]

Continua a leggere · 19 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 settimana fa in Bacchette corsare

Figli dell’ebbrezza – Mo Yan e “Il paese dell’alcol”

Figli dell’ebbrezza – Mo Yan e “Il paese dell’alcol”

Ah, vecchio Ding, caro compagno Ding, voi siete veramente pieno di bontà e intriso di umanesimo, siete veramente ammirevole! Ma state commettendo un errore, siete vittima del soggettivismo. Osservate meglio: credete che questo sia un vero bambino?       Quando si parla di narrativa cinese contemporanea, il nome di Mo Yan è sempre il primo ad essere […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 settimana fa in Altro

Oltre il giardino

Oltre il giardino

Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture. (Genesi 3, 7) Ha sempre un che di stucchevole osservare i comportamenti degli adolescenti all’interno delle produzioni animate. Soprattutto quando andiamo a guardare l’enorme e variegata serialità giapponese, gli anime: adolescenti […]

Continua a leggere · 23 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 settimana fa in Letteratura

Beppe Fenoglio, appassionato lettore di “Wuthering Heights”

Beppe Fenoglio, appassionato lettore di “Wuthering Heights”

Beppe Fenoglio è una delle figure più importanti della letteratura italiana del secondo dopoguerra: autore di Una questione privata e Il partigiano Johnny – entrambi pubblicati postumi – ha fatto della Resistenza italiana il tema centrale della sua produzione attraverso uno stile particolarissimo, ricco di espressioni e termini inglesi. Io non scrivo per competizione (per […]

Continua a leggere · 16 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 settimane fa in Recensioni

“Le divoratrici” di Lara Williams

“Le divoratrici” di Lara Williams

E se, in realtà, tutti gli spazi fossero restrittivi, tutto il mondo fosse progettato per inibirci, e anche solo esisterci volesse dire infrangere un tabù profondo? Cosa succede se smetti di rimpicciolirti costantemente, tutto il tempo, e invece ti ingrandisci? Forse, per trovare lo spazio necessario a ingrandirti, devi prendertelo. Con il suo primo romanzo, […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura