Sara Gargano
pubblicato 4 settimane fa in Letteratura russa

Declinazioni d’inconsistenza

"Diario di un uomo superfluo" di Ivan Turgenev

Declinazioni d’inconsistenza

Ci sono persone cattive, buone, intelligenti, sciocche, piacevoli e sgradevoli; ma non… superflue. Cioè, vorrei che mi si capisse: anche di costoro l’universo può fare a meno; ma l’inutilità non rappresenta la loro caratteristica principale, non è il loro tratto distintivo e, quando vi capita di parlare di costoro, ‘superfluo’ non è la prima parola […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Eleonora Reggiori
pubblicato 4 settimane fa in Cinema e serie tv

Il discorso sui giovani: da Salinger a Skam Italia

Il discorso sui giovani: da Salinger a Skam Italia

Parlare della categoria bistrattata dei millennials in modo realistico e originale, senza che si finisca per assumere atteggiamenti paternalistici o superficiali, è difficile. Non tutti hanno scritto Il giovane Holden. Se penso a rappresentazioni verosimili di quel che – per mia esperienza – sono i giovani oggi, mi vengono in mente Sally Rooney o Elif […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 settimane fa in Interviste

Le circostanze non sono imperdonabili: tutto sull’opera prima del nuovo collettivo anonimo

Le circostanze non sono imperdonabili: tutto sull’opera prima del nuovo collettivo anonimo

Antonio Francesco Perozzi ha posto qualche domanda a un rappresentante del collettivo Gli Imperdonabili. Come nascono Gli Imperdonabili? L’idea di fondare una compagine letteraria è stata di Giulio Milani e Veronica Tommasini. Grazie a loro, i primi imperdonabili pionieri si sono ritrovati in un hotel di Roma e insieme hanno deciso i primi passi. L’esigenza […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 mese fa in Letteratura \ Recensioni

Napoleon Lapathiotis, “L’ospite misterioso. Racconti”

Napoleon Lapathiotis, “L’ospite misterioso. Racconti”

Aiora è una casa editrice indipendente con sede ad Atene, nel quartiere di Exarchia, centro nevralgico dell’editoria greca. Con l’intento di mettere a disposizione i classici della letteratura greca moderna agli stranieri, residenti o turisti, Aiora ha avviato tre collane di libri tradotti in varie lingue, tra cui l’italiano. Nella collana Classici greci moderni si trovano […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 mese fa in Cinema e serie tv

“Il traditore” di Marco Bellocchio

la malavita al “grado zero”

“Il traditore” di Marco Bellocchio

La risonanza mediatica di fenomeni come Gomorra e Narcos ci ha forse abituato, negli ultimi anni, a una rappresentazione accelerata e adrenalinica dell’attività mafiosa. In linea di massima, è il format della serie tv, con le pratiche del cliffhanger, della suspence e – in fin dei conti – con l’obiettivo dell’intrattenimento, a richiedere una certa […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Alessandro Di Giacomo
pubblicato 1 mese fa in Storia

Dalle Olimpiadi al campo di battaglia

Dalle Olimpiadi al campo di battaglia

Questa è la storia di Takeichi Nishi e di Louis Zamperini, due uomini molto diversi tra loro: diversi per censo e origini, il primo era un nobile giapponese mentre il secondo il figlio di un ferroviere italoamericano; diversi per idee, il primo legato alle antiche tradizioni nipponiche ereditate dai Samurai, il secondo con lo spirito […]

Continua a leggere · 24 minuti di lettura
Andrea Talarico
pubblicato 1 mese fa in Recensioni

Orrore e letteratura

"Spettri di frontiera" di Ambrose Bierce

Orrore e letteratura

Edgar Allan Poe, Howard Phillips Lovecraft: – chi erano costoro? Ecco, questa è una domanda che ritengo assolutamente improbabile da parte di qualsiasi lettore medio. I racconti dell’orrore dei due celebri scrittori americani non solo sono stati letti e apprezzati da generazioni di lettori, ma le suggestioni dei loro racconti si sono dimostrate talmente valide […]

Continua a leggere · 8 minuti di lettura
Roberta Landre
pubblicato 1 mese fa in Gli animali che amiamo

Quando il dolore animale diventa spettacolo

una prospettiva a partire da Sàndor Márai

Quando il dolore animale diventa spettacolo

Parlare del dolore è parlare di un’intimità inenarrabile, il dolore – proprio o altrui – è per definizione un qualcosa di soggettivo che si rifiuta di esser trasmesso radicalmente e può solo essere raccontato per approssimazioni, per allegorie e metafore. Non avendo un accesso diretto all’esperienza di altri, ma solo la capacità di immedesimarsi o […]

Continua a leggere · 23 minuti di lettura