Tommaso Dal Monte
pubblicato 4 settimane fa in Recensioni

“Miti personali” di Matteo Marchesini

rileggere la tradizione mitica (e crearne una nuova)

“Miti personali” di Matteo Marchesini

Suo padre gli disse “bravo”, portò il componimento in redazione, e volle che lo leggesse anche a Yusuf. Giulio aveva paura che si arrabbiasse. Ma vedendo gli occhi del suo amico spalancarsi ammirati, capì che quella bugia scritta era diversa da tutte le bugie che aveva detto fino allora, e che ormai non era più […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Rossella Miccichè‬‬
pubblicato 4 settimane fa in qualcosa di bianco

“Il futon” di Tayama Katai

“Il futon” di Tayama Katai

Alcuni anni fa Maria Teresa Orsi scrisse che Il futon (Marsilio, 2015, traduzione di Ilaria Ingegneri) «creava un modello di scandalo ma allo stesso tempo fissava le convenzioni che per lungo tempo avrebbero dominato la narrativa del Novecento: da una parte il naturalismo come descrizione obiettiva della realtà più direttamente sperimentabile dallo scrittore, ossia sé […]

Continua a leggere · 17 minuti di lettura
Francesca Belfiore
pubblicato 1 mese fa in L'angolo russo

“Cuore di cane” – Michail Bulgakov

“Cuore di cane” – Michail Bulgakov

Chi conosce un po’ la biografia dello scrittore russo Michail Bulgakov e delle sue mai celate antipatie verso il regime sovietico, probabilmente già immagina la travagliata storia editoriale di Cuore di cane (Sobač’e serdce, tradotto per Feltrinelli da Serena Prina del 2011 – l’edizione comprende anche Uova fatali). Il racconto, composto tra il gennaio e […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Martina Madia
pubblicato 1 mese fa in Recensioni

Lingua madre e matrigna

Lingua madre e matrigna

Lingua madre è l’incredibile esordio di Maddalena Fingerle, uscito nella collana Incursioni di Italo Svevo edizioni. Incredibile perché questo romanzo non ha la fisionomia di un primo lavoro, uno di quelli che hanno una bella storia da raccontare ma non le parole per farlo al meglio, oppure di quelli che iniziano bene e poi zoppicano, […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 mesi fa in Bacchette corsare

In esilio sui monti e per le campagne: “La montagna dell’anima” di Gao Xingjian

In esilio sui monti e per le campagne: “La montagna dell’anima” di Gao Xingjian

Soffia un venticello fresco, non sudo più. Nel cielo grigio non ci sono stelle e le sagome degli alberi nel bosco sono indistinte. Sotto i tetti di tegole nere la gente dorme ancora profondamente. Non avrei mai immaginato di poter passare una serata così felice in un villaggio di montagna di una decina di famiglie, […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 mesi fa in Letteratura

Ӧrtlich betӓubt – l’anestesia locale del capitalismo postbellico secondo Günter Grass

Ӧrtlich betӓubt – l’anestesia locale del capitalismo postbellico secondo Günter Grass

Con il romanzo Örtlich betäubt – in italiano Anestesia locale – Günter Grass si erge a portavoce della realtà della sua epoca: la Germania occidentale dei tardi anni Sessanta e le sue profonde contraddizioni. Pubblicato nell’agosto del 1969, il quarto romanzo del futuro premio Nobel riflette con chiarezza l’artificiosa società del benessere, costruita sui resti […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 mesi fa in Di parola in parola

Mancanza – Angelo Di Liberto

ovvero l'eternità del dileguamento

Mancanza – Angelo Di Liberto

Lo scrittore Angelo Di Liberto ci parla di mancanza, che ha incarnato nella rarefatta protagonista del romanzo Confessione di un amore ambiguo. Mi sono sempre identificato in ciò che manca, mancando a me stesso. È una condizione che ho accettato e che in qualche modo mi fa sentire vivo. Mancare è non bastare, venire meno, […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Giulia Regoli
pubblicato 2 mesi fa in Recensioni

“Swing Low” di Miriam Toews

“Swing Low” di Miriam Toews

Nella buia casa della depressione non ci sono finestre da dove vedere gli altri, solo specchi. Swing Low (marcos y marcos, 2021, tradotto da Maurizia Balmelli) è uno splendido omaggio che l’autrice canadese Miriam Toews ha voluto fare a suo padre: quell’uomo spesso sfuggente, silenzioso, sopraffatto dall’amore che provava e che non sapeva esprimere. Mel […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura