Culturificio
pubblicato 1 anno fa in Interviste

Una telefonata con Giorgio Montanini

Una telefonata con Giorgio Montanini

A parte qualche incomprensione iniziale, dovuta alla mia precaria linea telefonica, la conversazione con Giorgio Montanini è stata una brillante serie di lezioni. Giorgio Montanini ha al suo attivo sei spettacoli di stand-up comedy, sorprendentemente scritti in altrettanti anni; tra questi, l’ultimo, Per quel che vale, è in giro tra i teatri italiani a partire […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

“La narrazione è il bancone del supermercato”

frammenti di testi letterari contemporanei a confronto

“La narrazione è il bancone del supermercato”

A pianterreno, farmacie vicino vino e liquori uffici bancari caffè librerie, e in fondo edicole e fiorai ambulanti, oppure grandi sbarramenti di cancelli inferriate cantonate marmoree ringhiere colonne respingenti, più avanti case condominiali larghe e basse o all’improvviso strette e altissime, di colori diversi, ma tutti allo stesso modo bagnati muffiti e sobbolliti. Meno negozi, […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Arianna Fontanot
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

La Chanson de Roland e la percezione indoeuropea del mondo

l'indagine di Dumézil

La Chanson de Roland e la percezione indoeuropea del mondo

La versione più antica che possediamo della Chanson de Roland è contenuta in un manoscritto di Oxford, citato comunemente come O, e datato al secondo quarto del XII secolo; il testo tuttavia viene fatto risalire alla fine dell’XI secolo. La leggenda ha un fondo di verità storica, che conosciamo a partire da fonti arabe e […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Claudio Pennisi
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

De-realtà: l’Io pietrificato in un mondo capovolto

De-realtà: l’Io pietrificato in un mondo capovolto

In Frammenti di un discorso amoroso (Einaudi, 1979, pp. 73-76) Roland Barthes definisce «de-realtà» la «sensazione di assenza, di riduzione di realtà, provata dal soggetto amoroso nei confronti del mondo». È quando l’individuo è intrappolato in un limbo esistenziale, da cui l’angoscia gli impedisce di fuggire: vede e non vede, agisce e non agisce, parla […]

Continua a leggere · 17 minuti di lettura
Marco Miglionico
pubblicato 1 anno fa in Altro

La nuova forma di “Gomorra – la serie”

La potenza della comunicazione alla base della consapevolezza del pubblico. Nuovi linguaggi e nuovi ruoli.

La nuova forma di “Gomorra – la serie”

Secondo alcune voci della recente critica mediatica, la tv oggi è capace di includere categorie un tempo appartenenti alla letteratura, in formule di multimedialità e interattività completamente diverse. Il caso delle serie tv, spesso grandi successi, è emblematico: alcuni sceneggiati sono capaci di comprendere spaccati di realtà che neppure la migliore letteratura non-fiction saprebbe riprodurre, […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 anno fa in Altro

Andrea Pazienza

ovvero l’arte non ammette scale

Andrea Pazienza

Il Paz, così come firma le sue innumerevoli tavole, nasce a San Benedetto del Tronto sessant’anni orsono. Andrea Pazienza ha 60 anni? No! Risulta difficile persino immaginarlo a 60 anni. E infatti, come da corso comune alle numerose rock/life star che hanno illuminato il secolo scorso, Andrea ci abbandona a soli 32 anni, in esilio […]

Continua a leggere · 7 minuti di lettura
Ludovica Valentino
pubblicato 1 anno fa in Arte

Il seducente universo femminile di Gustav Klimt

Il seducente universo femminile di Gustav Klimt

Nell’avvolgente seduzione dei quadri di Gustav Klimt raramente appaiono figure maschili. Nel tripudio decorativo di ori e fitte trame, sono le donne le vere protagoniste. L’ideale estetico attraverso il quale Klimt trasfigura l’universo femminile è saldamente legato alle dinamiche della seduzione, del peccato e della voluttà. Le donne assumono con disinvoltura pose plastiche e accattivanti, […]

Continua a leggere · 4 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Calvino e le Città Invisibili

Calvino e le Città Invisibili

Così viaggiando nel territorio di Ersilia incontri le rovine delle città abbandonate, senza le mura che non durano, senza le ossa dei morti che il vento fa rotolare: ragnatele di rapporti intricati che cercano una forma Queste parole concludono l’immagine descritta da Calvino della città di Ersilia, una delle cinquantacinque Città invisibili descritte dall’autore, ciascuna […]

Continua a leggere · 5 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 anno fa in Arte \ Letteratura

Édouard Manet illustra Edgar Alla Poe

Édouard Manet illustra Edgar Alla Poe

L’influenza della letteratura di Poe sugli intellettuali francesi dell’Ottocento è forte: si pensi a Baudelaire, che lavora sulle poesie e sui racconti, oppure a Mallarmé, traduttore in lingua francese de Il Corvo. Anche da un punto di vista biografico, di esperienza personale e stile di vita, il poeta americano venne considerato un precursore dei maledetti: […]

Continua a leggere · 4 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Quer pasticciaccio brutto de Dino Campana

Una Cometa di Halley nel cielo del primo novecento

Quer pasticciaccio brutto de Dino Campana

Nonostante l’apparente forzatura, l’allusione del titolo (che Carlo Emilio Gadda avrebbe, si spera, perdonato) si presta bene a definire un fenomeno – quello di Dino Campana, il poeta pazzo marradese – verso il quale generazioni di studiosi si sono accostati con più di un grattacapo. Questo perché la vicenda intellettuale di Campana rappresenta per il […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura