Francesca Belfiore
pubblicato 3 giorni fa in L'angolo russo

“Guida alla Mosca ribelle” di Valentina Parisi

“Guida alla Mosca ribelle” di Valentina Parisi

Quando pensiamo alla Russia e alle sue città ribelli, la prima che ci viene in mente non è di certo Mosca, ma la sua controparte a nord, San Pietroburgo. San Pietroburgo è dove i rivoluzionari occupano il Palazzo d’Inverno e instaurano il nuovo governo dei Soviet, durante quello che sarà ricordato come l’evento rivoluzionario più […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Sara Gargano
pubblicato 1 mese fa in L'angolo russo

Sgocciolano parole. La danza della pioggia di Boris Pasternak

Sgocciolano parole. La danza della pioggia di Boris Pasternak

Poesia, quando sotto il rubinetto è un truismo vuoto come lo zinco d’una secchia, anche allora il getto resta incolume, il quaderno è approntato: puoi scorrere! «Leggere i versi di Pasternak è come purificarsi la gola, rafforzare il respiro, rinnovare i polmoni: simili versi devono essere adatti a curare la tubercolosi», scriveva Osip Mandel’štam a […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Anita Orfini
pubblicato 2 mesi fa in L'angolo russo

“Vita di A.G.” di Vjačeslav Staveckij

Opinioni di un clown

“Vita di A.G.” di Vjačeslav Staveckij

Un tiranno vivo messo in mostra avrebbe giovato alla Spagna ben più di un tiranno morto dato in pasto ai vermi. Qual è la punizione più adatta per uno spietato e sanguinario dittatore? Avvelenarsi in un bunker? Fare il pipistrello a piazzale Loreto? Aspettare che muoia per un arresto cardiaco? Una possibile risposta la fornisce […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Anita Orfini
pubblicato 5 mesi fa in L'angolo russo

“Dal caos al cosmo. Introduzione al cosmismo russo” di Silvano Tagliagambe

Fra cielo e terra

“Dal caos al cosmo. Introduzione al cosmismo russo” di Silvano Tagliagambe

Nel milieu culturale e filosofico russo a cavallo tra XIX e XX secolo si affermò un movimento basato su una concezione olistica dell’universo; discipline come la fisica, la biologia e le scienze umane instaurarono un prolifico dialogo giungendo a una visione in cui scienza e tecnica si univano alla tradizione spirituale ortodossa: il cosmismo. Per […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 6 mesi fa in L'angolo russo

Festività russe starter pack

Festività russe starter pack

Le celebrazioni del Natale (in russo Roždestvo Christovo, ovvero “Nascita di Cristo”) hanno origini antiche: furono introdotte da Vladimir I di Kiev nel X secolo. La Chiesa ortodossa, seguendo ancora le date del calendario giuliano, festeggia il Natale tredici giorni dopo quello cattolico, ossia il 7 gennaio (e, di conseguenza, il Capodanno Staryj Novyj God […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Francesca Belfiore
pubblicato 8 mesi fa in L'angolo russo

A lezione dal professor Nabokov

Lezioni di letteratura russa di Vladimir Nabokov

A lezione dal professor Nabokov

Sono un professore troppo poco accademico per insegnare cose che non mi piacciono. Non si può dire che Vladimir Nabokov sia stato un professore canonico. Come molti suoi connazionali costretti a emigrare, si ritrovò a insegnare per necessità: per vent’anni fu professore di letteratura russa negli Stati Uniti, prima al Wellesley College e poi alla […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Anita Orfini
pubblicato 8 mesi fa in L'angolo russo

“Strade di notte” di Gajto Gazdanov

Cronache di un tassista a Parigi

“Strade di notte” di Gajto Gazdanov

Mi sembrava di vivere in un gigantesco laboratorio dove le diverse forme di esistenza umana venivano sottoposte a esperimento, dove il destino si divertiva a trasformare le belle ragazze in vecchie, i ricchi in poveri, le persone oneste in mendicanti di professione, e lo faceva con una perfezione straordinaria, incredibile. E se anche ricordavo e […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Sara Gargano
pubblicato 9 mesi fa in L'angolo russo

Dall’esilio di Iosif Brodskij

Rivendicare l’umano. Uno sguardo sull’emigrazione della letteratura

Dall’esilio di Iosif Brodskij

La vita in esilio, all’estero, in un elemento estraneo, è essenzialmente una premonizione di quello che sarà il tuo destino cartaceo: il destino di un libro sperduto sullo scaffale in mezzo a quelli con i quali hai in comune soltanto la prima lettera del tuo cognome. Eccoti lì, nella sala di lettura di qualche gigantesca […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura