Culturificio
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura

‘Il vecchio e il mare’ e la dialettica della sfortuna

‘Il vecchio e il mare’ e la dialettica della sfortuna

Quando Dwight Mcdonald lesse Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway, non esitò a definirlo un midcult, un’opera d’arte che, sotto le mentite spoglie d’un prodotto d’alta cultura, non presentava nient’altro che una moltitudine di banalità. La realtà, però, spesso amica sincera, sembra dirci tutt’altro. Ppubblicato per la prima volta sulla rivista Life nel […]

Continua a leggere · 6 minuti di lettura
Marco Miglionico
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura

Credere ancora nelle favole

Credere ancora nelle favole

L’Atlante leggendario delle storie d’Islanda (traduzione italiana a cura di S. Cosimini, edito per Iperborea) ci guida lungo la statale n. 1 attraverso un paese che, come altri o forse più di questi, gode di un paesaggio suggestivo al punto che ciascun luogo ha ispirato leggende e miti eziologici. L’imprevedibilità stessa di un fiordo avvolto […]

Continua a leggere · 4 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 5 mesi fa in Altro \ Letteratura

La retorica, l’inutilità e la libertà delle parole

La retorica, l’inutilità e la libertà delle parole

“Perché studi lettere?” Una domanda poco frequente, data la ristretta gamma di risposte convenzionalmente accettate. “Per essere libero” risposta meno frequente della stessa domanda, infinitamente più elaborata ed estratta a sorte, quasi per caso, dal profondo calderone di risposte riscaldato dalla fiamma di una società che percepisce, oramai, soltanto l’utile e non apprezza la delicatissima […]

Continua a leggere · 6 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 5 mesi fa in Arte

Claude Monet

dall'Impressionismo all'informale

Claude Monet

Claude Monet, caposcuola dell’Impressionismo, trascorre tutta la sua esistenza dipingendo il “divenire” e la continua mutazione dei soggetti per effetto della luce solare. L’artista raggiunge esiti che si svincolano quasi totalmente dal dato reale e che ci consentono di accostare la sua ultima produzione all’arte astratta ed informale. Durante la giovinezza, in cui affronta motivi […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Federico Musardo
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura

Stig Dagerman e il nostro bisogno di consolazione

Stig Dagerman e il nostro bisogno di consolazione

Le cornacchie affermano che una sola cornacchia potrebbe distruggere il cielo. Questo è indubbio, ma non prova nulla contro il cielo, poiché i cieli significano appunto: impossibilità di cornacchie. (Franz Kafka, Aforismi di Zürau) Ciò che cerco non è una scusa per la mia vita, ma il contrario di una scusa: l’espiazione. Mi coglie infine […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Gianmarco Canestrari
pubblicato 5 mesi fa in Altro

Le riflessioni di Arendt e Weil

per una nuova visione antropologica

Le riflessioni di Arendt e Weil

non l’Uomo ma gli uomini abitano la terra (Hannah Arendt, Vita activa) È così che potremmo riassumere la posizione antropo-filosofica di una delle menti più eccellenti del Novecento, Hannah Arendt. Al centro della sua riflessione si trova la convinzione che la condizione umana più propria è quella espressa dalla pluralità, dalla speciale fortuna che ha […]

Continua a leggere · 17 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 6 mesi fa in Altro

Wagner e la rivoluzione del teatro

Wagner e la rivoluzione del teatro

La sterminata bibliografia wagneriana deve la propria fisionomia soprattutto a non-musicisti come Nietzsche, al pedante biografo Carl Glasenapp, ad Hans von Wolzogen (cui si deve il termine ‘Leitomotiv’, o ‘motivo conduttore’) e per non parlare, in ultimo, di Chamberlain. Insomma, più che la critica musicale, è stata la speculazione storico-filosofica a dominare la critica Wagneriana. Dopo […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 6 mesi fa in Letteratura

La discreta Cantilena della vita

L’umorista più serio del mondo e quella Cantilena agrodolce che rivive, isolato dopo isolato, con la penna di Achille Campanile

La discreta Cantilena della vita

Un clima sospeso, un’atmosfera quasi sognante, sicuramente quanto di più lontano dalla comicità sguaiata dei nostri tempi. La retrospettiva campaniliana che analizza la società in tutti i suoi dettagli, premiata con il primo premio al Viareggio del 1933, è stata definita dall’autore come una cantilena, ma non sarebbe stato disdegnoso o errato chiamarla poesia. Una […]

Continua a leggere · 17 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 6 mesi fa in Altro \ Interviste

Intervista a Brakka AKA Classic Sheee

Intervista a Brakka AKA Classic Sheee

  Tu divulghi la storia classica, soprattutto romana, attraverso un canale inedito, ovvero quello del rap. Credi che questo possa modificare anche la loro ricezione? Più che divulgativo, ritengo che il mio lavoro acquisisca carattere celebrativo dal momento in cui concepisco le liriche preoccupandomi non della fruizione ma di rendere omaggio alla tradizione. Ascoltare un […]

Continua a leggere · 3 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 6 mesi fa in Altro \ Arte

Il dilemma del porcospino di Schopenhauer

per una “moderata distanza reciproca”

Il dilemma del porcospino di Schopenhauer

Don’t come closer or I’ll have to go Holding me like gravity are places that pull If ever there was someone to keep me at home It would be you Eddie Vedder, Guaranteed   Alcuni porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, […]

Continua a leggere · 6 minuti di lettura