Giulia Fracassi
pubblicato 8 mesi fa in Altro \ Cinema

La self-made woman Joy Mangano

l’eroina col Mocio

La self-made woman Joy Mangano

Se hai un’idea, fai di tutto per realizzarla (Joy Mangano)

Inventare. Comunicare. Intraprendere. Pianificare. Commercializzare.
Joy Mangano nacque a New York nel 1956 da genitori italo-americani e crebbe ad Huntington, a Long Island, negli Stati Uniti. Iniziò gli studi alla Pace University di New York e nel 1978 si laureò in gestione aziendale. Fu proprio in questo periodo che Joy conobbe Anthony Miranne, con cui si sposò e da cui ebbe tre figli, ma il matrimonio non durò a lungo. Nel 1989 divorziò dal marito e si ritrovò così in una situazione economica decisamente precaria, costretta ad arrangiarsi con i guadagni di lavori saltuari.

C’erano molte ragioni per cui avrei dovuto restarmene a letto e dire: “Non so come pagherò quella bolletta”. Ma ho tirato fuori l’istinto di sopravvivenza e devo dire che ha molto a che fare con l’essere madre. Lavoravo come cameriera, svolgevo altri mestieri per avere un’entrata in più e al tempo stesso stavo sviluppando il Miracle Mop.

Sin da piccola, Joy Mangano, mostrò un particolare talento nella creazione di oggetti particolari ed utili. Nel 1972, a soli sedici anni, inventò un collare fluorescente anti-pulci che aveva lo scopo di evitare che cani e gatti venissero investiti di notte. Tuttavia, un anno dopo, una società mise in commercio un oggetto molto simile, battendo la Mangano sul tempo che allora, purtroppo, era troppo giovane per presentare il suo progetto e coprirlo con un brevetto. La seconda idea di business la ebbe nel 1990 quando, essendo lei una donna impegnata in modo particolare nelle pulizie domestiche, pensò ad un oggetto innovativo, ad oggi immancabile in ogni casa: il Mocio. Investì risparmi, riuscì a farsi prestare alcune decine di migliaia di dollari e realizzò i primi modelli del Miracle Mop, leggero, maneggevole, composto da fili di cotone e con una particolarità decisamente innovativa per quegli anni: si poteva strizzare facilmente grazie ad un apposito secchio, evitando così di sporcarsi le mani. Joy lanciò il prodotto nel negozio del padre, a Long Island, ed iniziò a commercializzarlo porta a porta, partecipando anche a fiere locali e mettendosi in contatto con piccoli negozi della zona. attraverso una televendita che inizialmente, però, non ebbe grande successo. La Mangano, dopo il discreto successo locale ottenuto, riuscì a mettersi in contatto con il QVC, un canale televisivo statunitense fondato nel 1986 da Joseph Segal, imprenditore che intuì la potenzialità che poteva avere un canale retail interamente dedicato alla vendita di prodotti di vario genere, incentrato sui tre principi della Qualità, del Valore e della Convenienza (da qui il nome del canale). Il canale mise in onda delle pubblicità/dimostrazioni sul funzionamento del Miracle Mop che però, inizialmente, non ottennero il successo sperato e desiderato. Gli acquisti furono dapprima pochi ma le cose cambiarono quando si decise di provare ad usare la stessa Joy Mangano, facendola diventare la protagonista delle televendite. Il “Time” scrisse che, dopo la sua prima dimostrazione televisiva, arrivarono più di diciotto mila ordini. I guadagni incassati iniziarono ad aumentare notevolmente e, in poco tempo, la donna fondò un’azienda per la produzione del Miracle Mop, la Ingenious Design LLC. Joy Mangano è l’esempio della donna che si è fatta da sola e che, partendo dalla propria esperienza, dall’aver passato ore ed ore china sul pavimento a pulire per terra, riuscì ad ideare e creare un oggetto davvero innovativo. Intrecciando a mano metri e metri di filo di cotone trasferì la sua invenzione nel mercato dell’igiene domestica creando un oggetto che consentì di pulire i pavimenti con meno fatica e più efficacia.

Pulisce in fretta, non lascia tracce e non dovete usare le mani per strizzarlo perché è autostrizzante e si lava in lavatrice. (Joy Mangano, televendita QVC)

Dopo il successo ottenuto con il Miracle Mop, dopo aver fondato la sua azienda, Joy Mangano fece da giudice nel programma televisivo statunitense “Made in the USA”, nel 2005, e, nel 2009, aprì il suo ristorante ad Huntington, “Il Porto Vivo”. La donna è inoltre proprietaria di oltre cento brevetti, alcuni dei quali hanno portato a prodotti molto venduti tra cui gli Huggable Hungers, stampelle antiscivolo per abiti. Iniziò a vendere anche attraverso l’HSN (Home Shopping Network), un canale di televendite online quotato alla borsa di New York. La sua è stata una storia che ispirò molti. Il regista David O. Russell scrisse e diresse “Joy”, film comico/drammatico/biografico, interpretato da una straordinaria Jennifer Lawrence, distribuito il 25 dicembre 2015 dalla 20th Century Fox. Le recensioni da parte della critica furono da subito contrastanti: la performance della Lawrence, che per quel ruolo ricevette la nomination per l’Oscar alla migliore attrice ed ottenne il Golden Globe Award, venne elogiata mentre ad essere criticati furono sceneggiatura e ritmo del film. Nonostante ciò, tra i molti riconoscimenti, il film venne nominato ai Golden Globe Award come miglior film commedia o musicale e ai Critics’ Choice Movie Awards. Quando David O. Russell contattò Joy Mangano per informarla del suo progetto, precisò da subito che non si sarebbe trattato di una produzione puramente biografica e le spiegò che sarebbe stato bensì un film romanzato. Nella pellicola, ad esempio, Joy non riesce a portare a termine gli studi e l’ex marito, da cui ebbe due figli, anziché tre, come nella realtà, non rimane in buoni rapporti con lei né tantomeno lavora per la sua azienda. Mangano accettò e, nei titoli di coda, vediamo comparire il suo nome come produttore esecutivo. A oggi si stima che Joy Mangano abbia un patrimonio di circa 50 milioni di euro.

Non pensare mai che il mondo ti debba qualcosa, perché non è così. (Jennifer Lawrence nel film “Joy”)

 

When removing the Miracle Mop from packaging, both the top and bottom locks will be in the locked position. To unlock the top lock: Hold upper handle with spiral design (A) and turn the lock(B) in opposite direction of the lock arrow (see below). To unlock the bottom lock: Hold the lower handle with the spiral design (C) and turn the lock (D) in opposite direction of the lock arrow.
NOTE: Mop will not lock or unlock if you are holding the white middle pole of the mop. (Miracle Mop instructions)

 

Fonti:
– www.deabyday.tv;
– emplus.egeaonline.it;
– www.bergamopost.it;
– “Joy”, film diretto e prodotto da David O. Russell, 2015;
– “Inventing Joy: dare to a build a Brave e Creative Life”, Joy Mangano, 2017;
– Joy Mangano Miracle Mop instructions;

 

L’immagine in evidenza proviene da: https://www.gatstudio.it/cinema/joy-mangano-miracle-mop.html