Culturificio
pubblicato 8 mesi fa in Letteratura

Borges e la sua invocazione a Joyce

Borges e la sua invocazione a Joyce

Invocación a Joyce(Jorge Luis Borges – Elogio de la sombra 1969) Dispersos en dispersas capitalessolitarios y muchos,jugábamos a ser el primer Adánque dio nombre a las cosas.Por los vastos declives de la nocheque lindan con la aurora,buscamos (lo recuerdo aún) las palabrasde la luna, de la muerte, de la mañanay de los otros hábitos del […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 8 mesi fa in Di parola in parola

‘Ntrugnamentu – Graziano Gala

quando il dialetto supera la lingua

‘Ntrugnamentu – Graziano Gala

Lo scrittore Graziano Gala ci parla di ‘ntrugnamentu, una parola dialettale intraducibile e tuttavia indispensabile a definire lo stato d’animo dei personaggi delle sue opere. ‘NA COSA CA ME ‘NTRUGNA Rumore di testa/  Cadute le braccia:   se arriva alle gambe  che cosa divento?   /giuda prima, poi subito graziano  Quannu me ‘zzicca lu ‘ntrugnamentu …  […]

Continua a leggere · 16 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 9 mesi fa in Cinema e serie tv

“Barbie” di Greta Gerwig

una bambola che impara a stare con i piedi per terra

“Barbie” di Greta Gerwig

Capelli biondo platino, occhi azzurri, corpo perfetto e piedi naturalmente arcuati per adattarsi alle immancabili scarpette a tacchi alti. Ma non solo. Nel corso degli anni Barbie è diventata chiunque: dottoressa, insegnante, giudice, scienziata, astronauta, prendendo anche le sembianze di Samantha Cristoforetti. Ogni possibilità si è aperta davanti a lei, da un lato modello di […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 9 mesi fa in Di parola in parola

Creazione – Eduardo Savarese

ovvero dell’“incipit supremo”

Creazione – Eduardo Savarese

Lo scrittore Eduardo Savarese ci parla di “creazione”, parola che nella sua opera esprime la sacralità dei rapporti umani, l’azione da cui scaturisce l’ordine e l’umiltà intesa come necessità di contenimento. La parola che ho scelto è creazione. Ricorre spesso nella mia scrittura, ma anche nel mio discorso orale. Accade anche con il sostantivo creatura. […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 10 mesi fa in Letteratura

La Recherche avant la lettre V

La Recherche avant la lettre V

1916 Per Proust l’anno inizia con forti dolori fisici, che però, grazie al suo ottimismo rispetto alla guerra, e grazie alla sua determinazione nel terminare il lavoro, non hanno la meglio. Infatti, in una lettera a Mme Catusse, scrive: «Je ne vais pas trop mal, je travaille. […] Je peux, en le méritant par une […]

Continua a leggere · 29 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Recensioni

Su “Paese perduto” e “La prima pietra” di Pierre Jourde

romanzi incrociati

Su “Paese perduto” e “La prima pietra” di Pierre Jourde

Noto in Francia tanto per i romanzi quanto per gli scritti di critica letteraria, Pierre Jourde ha ricevuto in Italia meno attenzione di quanto meriterebbe. Destinatario in patria di numerosi riconoscimenti, tra cui spicca il Gran prix de la critique dell’Académie Française per il suo saggio La Littérature sans estomac, Jourde è professore di letteratura […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Letteratura \ Recensioni

“Guerra” di Céline, il romanzo perduto

“Guerra” di Céline, il romanzo perduto

Quando Louis-Ferdinand Destouches detto Céline scappò dalla Francia, nel giugno del 1944, abbandonando la sua casa (per non dire “buco”) al 4 di Rue Girardon a Montmartre, probabilmente le sue consuete imprecazioni erano aumentate di frequenza e intensità. E non perché doveva andarsene: ormai quello era pronosticato, tant’è che aveva già pronta la pastiglia di […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Letteratura

La Recherche avant la lettre IV

La Recherche avant la lettre IV

1914-1915 Il 1913 si era concluso splendidamente per Proust: il primo volume della Recherche è stato finalmente pubblicato e la sua voce inizia ad affermarsi tra quelle dei contemporanei. Eppure, per Proust il nuovo anno inizia male. Nonostante i traguardi raggiunti, la risonanza nel milieu letterario e le ristampe (quattro in due mesi), lo scrittore […]

Continua a leggere · 35 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 12 mesi fa in Cinema e serie tv

“Stranizza d’amuri”

una Sicilia raccontata attraverso gli sguardi

“Stranizza d’amuri”

Ccu tuttu ca fora c’è a guerra Mi sentu stranizza d’amuri L’amuri Siamo in Italia durante una calda estate degli anni ’80, quella dei mondiali di calcio e quella in cui due ragazzi, come spesso accade, prima si scontrano e poi si innamorano. Il contesto familiare però in questo caso non è quello di Chiamami […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 12 mesi fa in Di parola in parola

Paura – Andrej Longo

i mille volti della pavidità

Paura – Andrej Longo

Lo scrittore Andrej Longo ci parla di paura, impalpabile minaccia che governa le sue storie Paura. È questa la parola che si aggira silenziosa, quasi invisibile nelle storie che racconto. La paura non la puoi toccare con la mano. E neppure la puoi annusare. La paura è impalpabile, eterea, e al tempo stessa concreta, minacciosa. […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura