Anita Orfini
pubblicato 3 mesi fa in Letteratura russa

Ai miei maestri immensi

"I libri della mia vita" di Varlam Šalamov

Ai miei maestri immensi

I libri sono esseri vivi. Possono deluderci o appassionarci. Nella vita di ogni persona di cultura esiste sempre un libro che ha avuto una grande importanza nel suo destino. Molto spesso non è affatto il romanzo di un genio, ma un libro mediocre di un autore poco noto. Quando qualche settimana fa è uscito per […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura

L’ultimo canto di un paisano errante

"Pian della Tortilla", John Steinbeck

L’ultimo canto di un paisano errante

… The truth is that one must not make too much of anything in life, good or bad (The Shadow Line, Joseph Conrad) Pian della Tortilla è puro divertimento, è digressione e allontanamento, è una storia narrata per l’antico piacere di raccontare. Con leggerezza ci porta in una dimensione epica abitata da cavalieri, santi e […]

Continua a leggere · 35 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura

Avventure liriche di un uomo basso: “Ho servito il re d’Inghilterra” di B. Hrabal

Avventure liriche di un uomo basso: “Ho servito il re d’Inghilterra” di B. Hrabal

Grottesca, straripante, lirica: l’opera di Bohumil Hrabal è tutto questo. Nato nel 1914, lo scrittore boemo trascorre l’infanzia con lo zio Pepin, istrionico affabulatore e addetto al malto in una birreria. Questo fatto lo segna per sempre: grande bevitore, Hrabal è profondamente legato alle birrerie praghesi, dove passa interi pomeriggi, tra un boccale di birra […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Sara Gargano
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura russa

Cronache di un indegno sognatore

"Un cuore debole" di Fëdor Dostoevskij

Cronache di un indegno sognatore

Vassia si sentiva colpevole dinanzi a se stesso; si sentiva indegno della sorte; era oppresso, scosso dalla felicità […]. Ecco che cos’è, pensò Arcadio Ivanovič – bisogna salvarlo; bisogna riconciliarlo con se stesso. È un Dostoevskij gogoliano l’autore di Un cuore debole (Slaboe serdce), breve racconto apparso nel 1848 sulla rivista letteraria Otečestvennye zapiski e […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura

Il sincretismo de “Il giuoco del Satyricon” di Edoardo Sanguineti

come approcciarsi alla lettura di un classico rivisitato

Il sincretismo de “Il giuoco del Satyricon” di Edoardo Sanguineti

Edoardo Sanguineti ricopre, nel mio immaginario, una posizione di centralità che va al di là di quella che siamo soliti attribuire agli scrittori di accreditato valore, o che in genere apprezziamo. È un giudizio di gusto questo che esprimo e forse è poco professionale abbandonarsi a questa retorica; uno studioso rende conto dei fenomeni del […]

Continua a leggere · 21 minuti di lettura
Claudio Pennisi
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura

Perché (ri)scoprire Curzio Malaparte

Kaputt: l’inferno della guerra europea e il sacrificio degli innocenti

Perché (ri)scoprire Curzio Malaparte

All’improvviso il temporale scoppia come una mina sui tetti della città. Neri brandelli di nuvole, di alberi, di case, di cavalli, saltano in aria, turbinano nel vento. Un torrente di sangue tiepido erompe fuor delle nuvole squarciate dalle folgori rosse verdi turchine. Gruppi di soldati romeni passano gridando «parasciutist! parasciutist!», corrono col fucile puntato in […]

Continua a leggere · 27 minuti di lettura
Anita Orfini
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura russa

In direzione ostinata e contraria

"Grigio è il colore della speranza" di Irina Ratušinskaja

In direzione ostinata e contraria

E io ho imparato, ho imparato, ho imparato ad essere paziente. Non mi mancava il tempo a disposizione: coloro che avevano stabilito i termini del mio periodo di istruzione erano stati generosi. Quella raccontata da Irina Ratušinskaja ne Grigio è il colore della speranza (Seryj  ̶  cvet nadeždy, tradotto per Rizzoli da Luciana Montagnani nel […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Sara Gargano
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura russa

Quando il futuro non ha forma

"Il lacchè e la puttana" di Nina Berberova

Quando il futuro non ha forma

Di buono c’è che letture del genere fanno passare il tempo e la noia. Sdraiata sul letto, inseguendo pigri pensieri, Tanja s’immaginava con quanta esattezza e infallibile precisione avrebbe potuto fare la stessa cosa: spararsi. Cinismo, bramosia e male di vivere: è questo il mix letale attorno al quale ruota Il lacchè e la puttana. […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Eleonora Reggiori
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura

La trilogia americana di Philip Roth

La trilogia americana di Philip Roth

Philip Roth è un autore ossessivo, si ripete in continuazione. Si leggono i suoi libri non con l’idea che ci si troverà qualcosa di inconsueto, ma perché è riconoscibile. Nei suoi romanzi i soliti temi si arrotolano su trame che dicono tanto di lui: narcisismo, scrittura, l’America e gli ebrei d’America, la storia nazionale, l’uomo […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Claudia Giovannini
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura

“Le cose inutili” di Carlo Sperduti

“Le cose inutili” di Carlo Sperduti

Il 31 marzo di quest’anno, la casa editrice pièdimosca edizioni ha inaugurato la sua collana di narrativa Ossa nel più bizzarro dei modi possibili. Le cose inutili di Carlo Sperduti, classe 1984, è un romanzo la cui spina dorsale non è un sostegno, ma un inganno. La brevità delle pagine scorre e diverte come si […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura