Culturificio
pubblicato 2 mesi fa in Bacchette corsare

Yu Hua e “La Cina in dieci parole”

anatomia del pianeta Cina

Yu Hua e “La Cina in dieci parole”

Comincerò il mio viaggio narrativo da ciò che abbiamo sotto gli occhi e perciò conosciamo bene, la vita di tutti i giorni. Che sarà pure banale e scontata, ma contiene ogni cosa: è ricca, grandiosa, commovente. La politica, la storia, l’economia, la cultura, la memoria, i sentimenti, i desideri e i segreti riecheggiano nella vita […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 mesi fa in Letteratura

Calvino rilegge “Forse un mattino andando” di Montale

Calvino rilegge “Forse un mattino andando” di Montale

Forse un mattino andando in un’aria di vetro,arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:il nulla alle mie spalle, il vuoto dietrodi me, con un terrore da ubriaco. Poi, come s’uno schermo, s’accamperanno di gittoalberi, case, colli per l’inganno consueto.Ma sarà troppo tardi; ed io me n’andrò zittotra gli uomini che non si voltano, col mio segreto. […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura

Uno spettro si aggira per il Giappone

"Racconti di pioggia e di luna" di Ueda Akinari

Uno spettro si aggira per il Giappone

In una notte della tarda primavera del quinto anno dell’era Meiwa, finisco di scrivere quest’opera accanto alla mia finestra, mentre, cessata la pioggia, è apparsa la luna appena velata; perciò, nell’affidarla al tipografo, la intitolo Racconti di pioggia e di luna (Ugetsu monogatari). Con queste parole, Ueda Akinari (1734-1809) presentava nel 1768 una raccolta di […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 mesi fa in Letteratura

Herta Müller e “Il paese delle prugne verdi”

il racconto delle minoranze etniche nella Romania di Ceaușescu

Herta Müller e “Il paese delle prugne verdi”

La paura diventa una fedele compagna se si sposa con la paranoia. Ti prende la mano e silenziosamente ti accompagna nell’intimo della tua solitudine. Nello studentato, in fabbrica, in campagna, con gli amici. Nella morte. Questo lo scenario del romanzo di Herta Müller, Premio Nobel nel 2009 proprio con Il paese delle prugne verdi. In […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Anita Orfini
pubblicato 3 mesi fa in L'angolo russo

“Giorni maledetti” di Ivan Bunin

l’Apocalisse indossa una camicia rossa

“Giorni maledetti” di Ivan Bunin

Questo anno maledetto è finito. E ora? Forse qualcosa di più terribile ci attende. Credo sia proprio così». È con la fine del funesto 1917 e il presagio di rovinose sventure che si apre Giorni maledetti (Okajannyje dni) di Ivan Bunin, pubblicato per la prima volta in forma parziale nel 1925 a Parigi su «Vozroždenie», […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 mesi fa in Bacchette corsare

Hao Jingfang e “Pechino pieghevole”

le infinite solitudini della post-metropoli

Hao Jingfang e “Pechino pieghevole”

Alle prime luci dell’alba, la città si piegava e spariva dentro la terra. I palazzi si inchinavano come umili servitori, si abbassavano con deferenza, toccandosi i piedi con la testa, per chiudersi su se stessi. Poi si spezzavano e si piegavano ancora in due per infilare capo e braccia negli spazi vuoti. I poliedri compatti […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 mesi fa in Letteratura

Il «baule mentale» di Goliarda Sapienza e i suoi inediti

Il «baule mentale» di Goliarda Sapienza e i suoi inediti

Penso che l’unico antidoto all’utopia, anche all’utopia più bella, sia solo il dubbio. Solo il dubbio ti può salvare (dal documentario Rai Storie vere, 1994). Goliarda Sapienza nasce nel 1924 a Catania da due genitori anarco-socialisti, Maria Giudice e Peppino Sapienza, non sposati nell’Italia del fascismo. A diciassette anni è a Roma per studiare recitazione […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 mesi fa in Bacchette corsare \ Storia

Bacchette corsare off-road: Il Movimento del Quattro Maggio 1919 e la rivoluzione letteraria

Bacchette corsare off-road: Il Movimento del Quattro Maggio 1919 e la rivoluzione letteraria

Il 4 maggio 1919 è convenzionalmente considerata la data di nascita della letteratura cinese moderna, promossa dal Wu si yundong (Movimento del Quattro Maggio, per l’appunto). In realtà, già da qualche anno gli intellettuali erano impegnati in un vivace dibattito incentrato sulla ridefinizione dei canoni stilistici e letterari. Con le proteste del 1919, le innovazioni […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Francesca Belfiore
pubblicato 3 mesi fa in L'angolo russo

Sulla gelosia – “Sonata a Kreutzer” di Lev Tolstoj

Sulla gelosia – “Sonata a Kreutzer” di Lev Tolstoj

Sotto l’influenza della musica mi sembra di sentire ciò che in realtà non sento, di capire ciò che non capisco, di poter fare cose che in realtà non posso fare. Sonata a Kreutzer (Krejcerova sonata, tradotto per Feltrinelli da Gianlorenzo Pacini, 1991) appartiene al periodo del secondo Tolstoj, quello posteriore alla conversione. A partire dal […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura

Un Murakami qualunque

"Abbandonare un gatto" e "Prima persona singolare"

Un Murakami qualunque

Il piccolo Haruki Murakami e il padre si recano in spiaggia per abbandonare una gatta, probabilmente perché incinta; al ritorno scoprono però con stupore (e malcelato sollievo) che l’animale li ha preceduti, è tornata a casa da sola ed è lì ad aspettarli. Con questo ricordo luminoso venato di infantile speranza si apre Abbandonare un […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura