Susanna Ralaima
pubblicato 1 anno fa in Letteratura \ Recensioni

Aspettando i Naufraghi

Aspettando i Naufraghi

Aspettando i Naufraghi è il romanzo d’esordio di Orso Tosco, giovane scrittore e sceneggiatore. Il libro, pubblicato questo maggio dalla casa editrice romana Minimumfax, colpisce già dalla copertina, illustrata da Patrizio Marini: a una rapida occhiata si vede solo un’enorme onda scura, ma la cresta è composta da alcuni corvi in volo che, in linea […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Gianmarco Canestrari
pubblicato 1 anno fa in Letteratura \ Recensioni

Il sabotatore di campane di Paolo Pasi

quando la memoria è più forte del presente

Il sabotatore di campane di Paolo Pasi

È sempre complicato tradurre in parole scritte quello che si prova o si esperisce leggendo un bel libro; non è facile nemmeno trascrivere per iscritto le emozioni vissute così come i sentimenti provati di fronte ad una storia coinvolgente e straziante allo stesso tempo. Stando alle parole del buon Calvino, un libro diventa classico o […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Valentina D'Ambrosio
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Anna Marchesini e Luigi Pirandello

l’eterno legame tra microscopico e macroscopico

Anna Marchesini e Luigi Pirandello

Cosa lega l’autrice e attrice, originaria di Orvieto, al novelliere più amato del Novecento? Appartenente nulla. Di Anna Marchesini, compianta tritagonista – insieme a Massimo Lopez e Tullio Solenghi – del Trio più famoso degli anni Ottanta/Novanta, ricordiamo le risate, la spensieratezza, la magistrale interpretazione di una Lucia Mondella sui generis, la lunga malattia ma […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Federico Musardo
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Perché amo Roland Barthes?

critica e letteratura

Perché amo Roland Barthes?

Alain R.G. – […] Barthes era da un lato un romanziere e, dall’altro, un romanziere moderno. Il romanziere moderno infatti si caratterizza proprio grazie a questo fenomeno: anziché presentare un testo, come il romanzo balzachiano, che si può raccogliere perfettamente, tutto rotondo attorno al suo solido nucleo di senso e di verità, il romanzo moderno […]

Continua a leggere · 6 minuti di lettura
Stefano Lanzano
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Giovanni Pascoli e le tasse universitarie

lo stomaco vuoto di uno studente fuorisede

Giovanni Pascoli e le tasse universitarie

“Ebbi la laurea – più che per altro, per manco di denaro a pagare le tasse – soltanto nel 1882“, scriveva Giovanni Pascoli a Alfredo Caselli il 2 marzo 1906. Giovannino Pascoli non se l’è passata bene all’Università. L’essere orfano, la mancanza di soldi e una serie di circostanze sfortunate lo hanno costretto a vivere […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Martina Madia
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Breve invito alla lettura di Sostiene Pereira

Breve invito alla lettura di Sostiene Pereira

Sostiene Pereira è stato per me il biglietto da visita del suo autore Antonio Tabucchi, del quale non avevo mai letto nulla.  Terminato il libro però mi sono documentata, e ho scoperto che per molti ha avuto questa funzione, infatti è il romanzo che lo ha reso maggiormente famoso e gli ha fruttato svariati premi […]

Continua a leggere · 5 minuti di lettura
Marius Ghencea
pubblicato 1 anno fa in Letteratura \ Recensioni

Holenia e le sue divagazioni filosofiche sul destino

Holenia e le sue divagazioni filosofiche sul destino

Siamo nel periodo postbellico, anni ’20, quando la caduta dell’impero austro-ungarico trova a mendicare un filo narrativo in cui emergono pensieri post-filosofici sulla vita; è questa l’essenza del romanzo “Due Sicilie” di Alexander Lernet-Holenia (1897-1976) che Adelphi ha ripubblicato proprio un anno fa. Coloro che appartenevano al reggimento “Il Re delle Due Sicilie” erano “Sizilien-Ulanen”, […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Peppe Giorgianni
pubblicato 1 anno fa in Letteratura

Il rovesciamento del giudice-penitente e la vanità della condanna

La caduta di Camus

Il rovesciamento del giudice-penitente e la vanità della condanna

La mia idea è semplice e feconda. Salire in cattedra, come molti miei contemporanei, e maledire l’umanità? Pericolosissimo. Viene sempre il giorno, o la notte, che la risata scoppia senza preavviso. La sentenza che uno pronuncia sugli altri, finisce col rimbalzargli dritto in faccia, non senza danno. E allora? dice lei … Ebbene, ecco l’alzata […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura