Culturificio
pubblicato 3 mesi fa in Letteratura

“Ohio” di Stephen Markley

il sogno americano: paradossi e frangibilità in Roth e Markley

“Ohio” di Stephen Markley

La lettura di Ohio di Stephen Markley è stata definita la rivelazione dell’anno, un romanzo degno erede dei pionieri di quella letteratura americana volta a svelare l’inganno dietro il sogno americano. Ohio è la storia di alcuni ragazzi di provincia, cresciuti nella cittadina di New Canaan, tra i fulgori di una società che fagocita tutto […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 mesi fa in Letteratura \ Recensioni

“Come diventare newyorkesi” di O. Henry

un umorista americano ritrovato

“Come diventare newyorkesi” di O. Henry

Uno dei lavori pregevoli di Mattioli 1885 sul versante statunitense è quello di riportare alla luce la letteratura a cavallo fra Ottocento e Novecento, a partire da Twain e da alcuni scrittori fondamentali ma poco conosciuti o dimenticati in Italia, attivi nei primi decenni del Novecento, come Theodore Dreiser, Sinclair Lewis, Ring Lardner e Sherwood […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 mesi fa in Letteratura \ Recensioni

William Somerset Maugham, “Il mago”

William Somerset Maugham, “Il mago”

La Parigi di fine Ottocento e inizio Novecento vede la proliferazione di movimenti radicati nelle pratiche dell’occultismo. Jules Bois, uno dei testimoni più attenti alla diffusione del fenomeno, specie presso gli strati più altolocati della società, raccoglie in un suo libro significativamente intitolato Les petites religions de Paris (1894), una preziosa serie di testimonianze dirette […]

Continua a leggere · 17 minuti di lettura
Sara Gargano
pubblicato 4 mesi fa in L'angolo russo

“Il sosia” di Fёdor Dostoevskij

storia di una follia

“Il sosia” di Fёdor Dostoevskij

Il cuore gemeva sordamente nel petto del signor Goljadkin; il sangue gli martellava il capo come una polla ardente; egli si sentiva soffocare, aveva voglia di sbottonarsi, di denudare il suo petto, cospargerlo di neve e irrorarlo di acqua fredda. Cadde infine in deliquio… Il sosia è la storia di un uomo o forse due […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Federico Musardo
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura

«Pavese ha fatto scendere, un giorno, l’ombra del tempo». Lalla Romano su Leucò

«Pavese ha fatto scendere, un giorno, l’ombra del tempo». Lalla Romano su Leucò

Mentre scrive i Dialoghi con Leucò, Cesare Pavese sente che sta elaborando un «nuovo stile». Un appunto del diario, steso a neanche un anno dal suicidio, prova che a suo avviso avevano rappresentato l’inizio di una «stagione», l’ultima: Devi tener presente che negli anni ’43-’44-’45 tu sei rinato nell’isolamento e nella meditazione (di fatto, hai […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Anita Orfini
pubblicato 4 mesi fa in L'angolo russo

“Invidia” di Jurij Oleša

homo homini lupus

“Invidia” di Jurij Oleša

Lui, Andrej Babičev, è il direttore di un consorzio alimentare. È un grande salsicciaio, pasticcere e cuoco. Mentre io, Nikolaj Kavalerov, sono il suo buffone. Pubblicato nel 1927 e riproposto da Carbonio Editore nel 2018 (Zavist’, tradotto da Daniela Liberti) Invidia di Jurij Oleša racconta la storia di Nikolaj Kavalerov che, nella Mosca degli anni […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 mesi fa in Letteratura

Qualche riflessione su “Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia” di Leonardo Sciascia

sulle tracce di un sogno troppo reale

Qualche riflessione su “Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia” di Leonardo Sciascia

Intercalato nel trittico semisaggistico di ricostruzione storico-giudiziaria composto da La scomparsa di Majorana (1975), I Pugnalatori (1976) e L’affaire Moro (1978), Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia, pubblicato nel 1977 (ora Adelphi), è sicuramente il romanzo più singolare e personale di Leonardo Sciascia. Costruito come una parodia interiorizzata, consapevole e dunque riuscita del “conte […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 5 mesi fa in Letteratura

Djuna Barnes

Djuna Barnes

  Conosciuta soprattutto per Nightwood (1936), Djuna Barnes (1892-1982) trascorse gli ultimi quaranta anni della sua vita a scrivere poesie in un isolamento autoimposto, nel piccolo appartamento di Greenwich Village. Sebbene fra i grandi scrittori modernisti, Barnes non ha mai raggiunto la fama dei suoi contemporanei, T. S. Eliot, Virginia Woolf, William Faulkner, né ancora […]

Continua a leggere · 27 minuti di lettura
Federico Musardo
pubblicato 6 mesi fa in Letteratura

Nouveau roman, nouveau dialogue

qualche considerazione impressionistica e approssimativa sulla tecnica del dialogo

Nouveau roman, nouveau dialogue

Leggendo alcuni autori del nouveau roman sono rimasto molto incuriosito dal loro uso del dialogo. Scriverò qualche considerazione impressionistica e approssimativa a partire da due libri di Claude Simon (L’erba, 1956, 2014, e Il tram, 2001, 2015) e uno di Nathalie Sarraute (L’età del sospetto, 1956, 2016), tutti editi da Nonostante edizioni, una casa editrice […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura