Io non sono la meta, io sono una viaggiatrice: le “Eroine” di Marina Pierri

Io non sono la meta, io sono una viaggiatrice: le “Eroine” di Marina Pierri

In una scena della seconda stagione (episodio 11, Holly) di The Handmaid’s Tale (2017) la protagonista June si rivolge a sua figlia e le dice: Continuerò con questa storia zoppicante e mutilata perché voglio che tu la senta. Sentirei la tua se mai ne avessi l’occasione, se ti incontrassi mentre fuggi nel futuro o nel […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Jenny Bertoldo
pubblicato 10 mesi fa in Recensioni

“Papà” di Régis Jauffret

“Papà” di Régis Jauffret

A cosa servirebbe rievocare il proprio padre morto una trentina di anni prima se fosse con il crudele e pretenzioso progetto di volerlo far apparire per quello che è stato? Io voglio addomesticarlo, levigarlo, sfumarlo, lucidarlo come un paio di scarpe vecchie ripescate in soffitta. Non vorrei essere costretto a condannarlo senza rimedio, a farne […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Alessandro Foggetti
pubblicato 11 mesi fa in Recensioni

“Resti” di Gianni Agostinelli

“Resti” di Gianni Agostinelli

Il padre di Massimo ha trascorso quasi tutta la vita sul trattore, lavorando come terzista per alcuni proprietari terrieri, insieme ad altri contadini del posto, e nei ritagli di tempo si occupava dei suoi quattro ettari di girasoli. Poi, in età avanzata, era arrivato quel figlio e l’aveva fatto crescere alla moglie, limitandosi a dare […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Recensioni

Quando un romanzo si trasforma in un frattale dipinto con le parole

"Lampadari a gocce" di Savina Dolores Massa

Quando un romanzo si trasforma in un frattale dipinto con le parole

Il mercantile Casta Diva è ormeggiato nel porto di Gibilterra per delle riparazioni. È una bestia ferita che ha bisogno di cure, così come ne ha bisogno il suo equipaggio. Nel suo ventre, uomini molto diversi tra loro trovano rifugio da un mondo che hanno deciso di rifuggire, dal quale sono attratti pur sentendosene scacciati; […]

Continua a leggere · 12 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Recensioni

La linea del colore: il gran Tour di Lafanu Brown

di Igiaba Scego

La linea del colore: il gran Tour di Lafanu Brown

“Signorina, l’oceano è gelido d’inverno, si copra bene durante la traversata.” Lafanu non lo guardò nemmeno. Occhi fissi al molo che lentamente ma inesorabilmente si separava da quella nave grassa di passeggeri. Acqua tutt’intorno. La stessa acqua che aveva visto in ceppi i suoi antenati. E ora lei andava nella direzione opposta a quella degli […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Letteratura \ Recensioni

“Come diventare newyorkesi” di O. Henry

un umorista americano ritrovato

“Come diventare newyorkesi” di O. Henry

Uno dei lavori pregevoli di Mattioli 1885 sul versante statunitense è quello di riportare alla luce la letteratura a cavallo fra Ottocento e Novecento, a partire da Twain e da alcuni scrittori fondamentali ma poco conosciuti o dimenticati in Italia, attivi nei primi decenni del Novecento, come Theodore Dreiser, Sinclair Lewis, Ring Lardner e Sherwood […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Riccardo Grozio
pubblicato 11 mesi fa in Recensioni

Le cinquecento frustate di Jauffret

Le cinquecento frustate di Jauffret

Quello di Régis Jauffret non è un libro che si dimenticherà facilmente. Cinquecento storie che mettono in luce i lati più oscuri, perversi e osceni della nostra esistenza. Un libro per tutti e per nessuno che echeggia, in numerosi passaggi, suggestioni e atmosfere di stampo nietzschiano. Cinquecento frustate che si abbattono sul lettore-complice attraverso pagine […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 11 mesi fa in Letteratura \ Recensioni

William Somerset Maugham, “Il mago”

William Somerset Maugham, “Il mago”

La Parigi di fine Ottocento e inizio Novecento vede la proliferazione di movimenti radicati nelle pratiche dell’occultismo. Jules Bois, uno dei testimoni più attenti alla diffusione del fenomeno, specie presso gli strati più altolocati della società, raccoglie in un suo libro significativamente intitolato Les petites religions de Paris (1894), una preziosa serie di testimonianze dirette […]

Continua a leggere · 17 minuti di lettura
Susanna Ralaima
pubblicato 11 mesi fa in Recensioni

“Gli occhi delle balene” di Carolina Sanín

“Gli occhi delle balene” di Carolina Sanín

Gli occhi delle balene sono sfere che ricordano una lente. La loro pelle è tanto lucida che sembra poter sfumare via. Mi guardano e insieme guardano verso il fondo. Senza prestare attenzione a chi le osserva. Si rivolgono a qualcosa che cerco e che insieme mi accompagna. Sembrano volermi dire: È quella la direzione verso […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura