Arianna Fontanot
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Dante e la patria: politica ed esilio

Dante e la patria: politica ed esilio

La situazione storica del Trecento italiano è, indubbiamente, complessa, in particolare per i primi vent’anni di secolo. Il Sommo Poeta ne coglie gli aspetti più significativi, soprattutto in relazione alla propria vicenda personale, nella “Commedia”. Quest’opera, cui “ha posto mano e cielo e terra”, costituisce uno dei più lucidi atti d’accusa fra quelli che un […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Sara Calagreti
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Saraceni, Turchi e Mori

l’invalicabile distanza nell’immaginario ariostesco.

Saraceni, Turchi e Mori

Se il Vangelo di Giovanni si apre con “In principio era il verbo”, Italo Calvino non ha nessun dubbio su come racchiudere in un verso, la grande creazione del Furioso: “In principio c’è solo una fanciulla che fugge per un bosco”. La follia di Orlando e l’amore di Ruggiero sono un frammento irrisorio di quella […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

La Noia e La Nausea

l’esistenzialismo di Sartre e Moravia

La Noia e La Nausea

C’è un abisso invalicabile tra l’uomo e le cose che lo circondano, che nel ‘900 diventa una prigione per molti scrittori giudicati colpevoli e incarcerati in quella fortezza. Lavorare di raziocinio nella bolgia infernale del XX secolo è un crimine che pagheranno molte vite devote alla filosofia, alla letteratura, martirizzate affinché il loro verbo giungesse […]

Continua a leggere · 13 minuti di lettura
Claudio Pennisi
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Ungaretti e il tempo

ragione di una poesia

Ungaretti e il tempo

Oggi tutto mi pare valicato Il mio cuore oggi non è altro che un battito di nostalgia (G. Ungaretti, Oggi) Il tempo. Questa concentrazione di anni ore minuti, questo turbine di momenti, gioie e dolori che ci sembra sempre correre via, lontano e impietoso, fuori dalla nostra portata. Anche questo minuto, in cui ho velocemente […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Federico Musardo
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Dino Buzzati e Franz Kafka

Dino Buzzati e Franz Kafka

Alcuni luoghi della letteratura di Buzzati sono profondamente influenzati dagli scritti kafkiani. Ecco l’incipit in media res de “Il deserto dei Tartari”: «Nominato ufficiale, Giovanni Drogo partì una mattina di settembre dalla città per raggiungere la Fortezza Bastiani, sua prima destinazione. Si fece svegliare ch’era ancora notte e vestì per la prima volta la divisa […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Paris Mystique

I luoghi privilegiati di Julio Cortázar

Paris Mystique

Pont Neuf. Estremità occidentale dell’Île de la Cité. Accanto alla maestosa e solitaria statua equestre di Henri IV, una figura si ferma consegnandosi alle ombre che vi si condensano. Ha attraversato la città lungo tutti i suoi nervi, è sceso più volte nella fluidità del tempo che si portano dietro i cunicoli del métro, gettandosi […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Ludovica Valentino
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

La concretezza onirica di Haruki Murakami

L'elefante scomparso e altri racconti

La concretezza onirica di Haruki Murakami

Bisogna avere la capacità di sentire l’esistenza della profondità. Haruki Murakami è un nome ormai noto, padre di grandi successi letterari e vincitore di considerevoli premi. Autore giapponese di narrativa e saggistica, ma anche fine traduttore, dopo diverse travagliate esperienze di vita, intorno agli anni ottanta, sembra scoprire il suo talento letterario quasi d’improvviso, con […]

Continua a leggere · 4 minuti di lettura
Arianna Fontanot
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Petrarca e la Chiarezza

il sonetto XXXII

Petrarca e la Chiarezza

Quanto piú m’avicino al giorno extremo che l’umana miseria suol far breve, piú veggio il tempo andar veloce et leve, e ‘l mio di lui sperar fallace et scemo. I’ dico a’ miei pensier’: Non molto andremo d’amor parlando omai, ché ‘l duro et greve terreno incarco come frescha neve si va struggendo; onde noi […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

La Banalità di Mefistofele

Goethe tra menzogne e verità

La Banalità di Mefistofele

George Eliot definì Johann Wolfgang Goethe l’ultimo uomo universale a camminare sulla Terra: un sapiente a tutto tondo, capace di essere innovatore e poeta non solo della poesia, ma altrettanto della prosa, della filosofia, delle scienze naturali, della fisiognomica, della botanica, dell’ottica e di tanto altro, come prima di lui lo furono altre figure per […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 anni fa in Letteratura

Noi, di Evgenij Ivanovič Zamjatin

il totalitarismo della matematica

Noi, di Evgenij Ivanovič Zamjatin

La vera letteratura può esistere solo quando è creata non da ufficiali diligenti e affidabili, ma da folli, eremiti, eretici, sognatori, ribelli e scettici Esiste un autore che ha anticipato Orwell, Huxley, Bradbury e tutti gli altri grandi scrittori distopici del Novecento. Esiste un autore che, appena all’alba della società comunista, ha ipotizzato un futuro […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura