Americani di Tienanmen: “Piccoli dèi” di Meng Jin

Americani di Tienanmen: “Piccoli dèi” di Meng Jin

[…] nei primi giorni della Rivoluzione culturale lei e i suoi compagni di classe avevano lapidato a morte la loro insegnante di fisica del liceo, una donna ragionevole che portava i capelli lunghi legati in uno chignon alla base della nuca. È questo che l’infermiera vede nelle facce dei bambini intorno a lei. Una fame […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 anni fa in Recensioni

Una rosa d’inverno: leggere “Nabokov” di Davide Brullo

Una rosa d’inverno: leggere “Nabokov” di Davide Brullo

In una nota fiaba della tradizione toscana, tanto cara a Cristina Campo, Belinda fa al padre una richiesta minuta e impervia: una rosa in inverno. Questo suo anelito determinerà, per lei, la chiamata del principe mostro: carceriere di spavento, segretamente intriso di tenerezza, depositario di ogni primizia dello spirito. L’ordalia: oltrepassare indenni, fasciati di purezza, […]

Continua a leggere · 32 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 2 anni fa in Recensioni

“Notte fedele e virtuosa” di Louise Glück

dare forma a ciò che è stato

“Notte fedele e virtuosa” di Louise Glück

Eppure la mia mente riandava sempre più spesso a questo incontro, lo studiava da ogni prospettiva, convinta ogni anno più intensamente, nonostante la mancanza di prove, che contenesse un segreto. Continua la pubblicazione delle opere di Louise Glück da parte di il Saggiatore; dopo The wild iris (L’iris selvatico), Averno e Ararat, è il turno […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Susanna Ralaima
pubblicato 2 anni fa in Recensioni

Alla ricerca del piacere del testo perduto: “L’Azione” di Sara Mannheimer

Alla ricerca del piacere del testo perduto: “L’Azione” di Sara Mannheimer

L’Azione di Sara Mannheimer è l’ultimo libro di Safarà, pubblicato il 14 ottobre nella traduzione dallo svedese di Deborah Rabitti. Una delle caratteristiche dei libri safariani è che non assomigliano quasi mai a qualcosa di già noto, e quel quid che li contraddistingue vive latente e sinuoso tra le pagine, pronto a palesarsi da un […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Riccardo Grozio
pubblicato 3 anni fa in Recensioni

“In terra straniera gli alberi parlano arabo” di Usama Al Shahmani

“In terra straniera gli alberi parlano arabo” di Usama Al Shahmani

Qual è il legame fra Iraq e Svizzera? Sole, deserto e guerra da una parte; gelo, bosco e pace dall’altra. Paesi distanti e antitetici. Quali sono, allora, i fili invisibili che li uniscono? Ali, Naser, Bilal, Kamal, Meran, Usama e tanti altri ancora; sono i migranti che hanno trovato rifugio nella Confederazione Elvetica e non […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Giulia Regoli
pubblicato 3 anni fa in Recensioni

Annientate, sradicate e sole: “Apolide” di Shumona Sinha

Annientate, sradicate e sole: “Apolide” di Shumona Sinha

Pensò che le ci sarebbe voluto lo stesso animo degli altri, la stessa pelle, gli stessi capelli, la stessa statura, la stessa corporatura, che avrebbe dovuto indossare abiti che nascondessero il corpo, abiti neri, grigi, incolori, inodori, prototipi multipli per diventare un clone in mezzo ai cloni, fondersi nella folla, fondere il suo corpo nei […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 3 anni fa in Letteratura \ Recensioni

“Groppi d’amore nella scuraglia”

una riflessione sull’esistenza

“Groppi d’amore nella scuraglia”

Ma sinti, Pruscilla, commè che abbio annasato lu prufumo de lu flore derentro chista cattedraglia de munnezza?” “Picché lu verace prufumo de lu flore ce lu sinti sultanto derentro la munnezza. Lu prufumo de lu flore iè più forte de lu putro appurcato. Ce s’abbisogna d’annasarlo derentro la munnezza aggassata. Groppi d’amore nella scuraglia è […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Giovanna Nappi
pubblicato 3 anni fa in Recensioni

“Il bambino di pietra. Una nevrosi femminile” di Laudomia Bonanni

“Il bambino di pietra. Una nevrosi femminile” di Laudomia Bonanni

Nevrosi d’angoscia. L’avrà capito a colpo d’occhio. Lo sapevo da me. L’angoscia invincibile, sofferenza dal profondo, più sconvolgente tormentosa crudele di un dolore fisico. E la testa, questo mal di testa sempre pronto a insorgere, che fa turbinare pensieri ossessivi in un cervello formicolante. Stress da intossicazione emotiva. Anche la nobile melanconia prodotto di una […]

Continua a leggere · 10 minuti di lettura
Alice Figini
pubblicato 3 anni fa in Recensioni

“La femminilità, una trappola”. La preveggenza di Simone de Beauvoir

“La femminilità, una trappola”. La preveggenza di Simone de Beauvoir

Il futuro non ci appartiene. Per questa ragione nessuno di noi ha il diritto di condannarlo in nome del presente. In ogni epoca c’è stato chi si è lamentato del futuro soltanto perché prometteva di essere diverso dal passato. Ci vuole coraggio per guardare il futuro dritto negli occhi: quell’abisso imperscrutabile carico di incertezza atterrisce, […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura