Marco Miglionico
pubblicato 4 anni fa in Cinema e serie tv

La poetica del silenzio

poche parole sullo splendido film Ida, di Paweł Pawlikoski (2013)

La poetica del silenzio

Ida è un film del regista polacco Paweł Pawlikoski, che ha vinto il Golden Globe e l’Oscar nella categoria Miglior film straniero, nel 2015. La presentazione scarna è in linea con l’essenzialità e il minimalismo di tutta la pellicola. Il regista evita la retorica delle grandi imprese, ma preferisce mantenere sobrietà e pulizia. La trama […]

Continua a leggere · 5 minuti di lettura
Arianna Fontanot
pubblicato 4 anni fa in Letteratura

Petrarca e la Chiarezza

il sonetto XXXII

Petrarca e la Chiarezza

Quanto piú m’avicino al giorno extremo che l’umana miseria suol far breve, piú veggio il tempo andar veloce et leve, e ‘l mio di lui sperar fallace et scemo. I’ dico a’ miei pensier’: Non molto andremo d’amor parlando omai, ché ‘l duro et greve terreno incarco come frescha neve si va struggendo; onde noi […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Tonia Samela
pubblicato 4 anni fa in Everyday tips

Ricorda che dimenticherai

o "sulla triste convinzione che ci porta a credere di essere macchine fotografiche"

Ricorda che dimenticherai

Che cos’è un ricordo? Proust ha risposto a questa domanda col libro più lungo del mondo. “È quello che hai o che hai perduto per sempre?” Si chiedeva Woody Allen in uno dei suoi film. Guicciardini intitola “Ricòrdi” la sua raccolta di riflessioni su quanto sia difficile trovare l’unità nel molteplice della vita e, più […]

Continua a leggere · 8 minuti di lettura
Daniele Lisi
pubblicato 4 anni fa in Cinema e serie tv

“Lo chiamavano Jeeg Robot”

il supereroe metropolitano figlio di molteplici generi cinematografici

“Lo chiamavano Jeeg Robot”

Affinità elettiva. Questa è la prima parola che potrebbe suscitare la visione della pellicola “Lo chiamavano jeeg robot” di Gabriele Mainetti perché –sul piano tematico s’intende- è un film che esce fuori dagli schemi tradizionali, ambisce a qualcosa di più: è un mix di generi cinematografici che vanno da quelli dei supereroi marveliani e dai […]

Continua a leggere · 5 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 anni fa in Letteratura

La Banalità di Mefistofele

Goethe tra menzogne e verità

La Banalità di Mefistofele

George Eliot definì Johann Wolfgang Goethe l’ultimo uomo universale a camminare sulla Terra: un sapiente a tutto tondo, capace di essere innovatore e poeta non solo della poesia, ma altrettanto della prosa, della filosofia, delle scienze naturali, della fisiognomica, della botanica, dell’ottica e di tanto altro, come prima di lui lo furono altre figure per […]

Continua a leggere · 14 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 anni fa in Arte

Il caso di Georgia O’Keeffe

da “moglie di...” ad artista emergente della scena artista americana

Il caso di Georgia O’Keeffe

At last a woman on paper! Con quest’espressione, che da lì a poco diverrà un celebre aforisma, Alfred Stieglitz accolse i primi disegni a carboncino di Georgia O’ Keeffe. Due realtà provenienti da mondi diversi entrano in collisione: da una parte il carismatico gallerista di origini tedesche, che riuscì a far emergere l’arte avanguardista europea […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Culturificio
pubblicato 4 anni fa in Letteratura

Noi, di Evgenij Ivanovič Zamjatin

il totalitarismo della matematica

Noi, di Evgenij Ivanovič Zamjatin

La vera letteratura può esistere solo quando è creata non da ufficiali diligenti e affidabili, ma da folli, eremiti, eretici, sognatori, ribelli e scettici Esiste un autore che ha anticipato Orwell, Huxley, Bradbury e tutti gli altri grandi scrittori distopici del Novecento. Esiste un autore che, appena all’alba della società comunista, ha ipotizzato un futuro […]

Continua a leggere · 15 minuti di lettura
Marco Miglionico
pubblicato 4 anni fa in Letteratura

La condanna della sensibilità

la poesia sofferta di Isabella Morra e Antonia Pozzi

La condanna della sensibilità

Così fugge lo scoiattolo dal serpente a sonaglio, finché gli cade in gola da se medesimo. Io sono quella che tu fuggi. (da Operette morali, Dialogo della natura e di un islandese) Nella storia della nostra Letteratura sono diffusi i casi in cui la poesia è stata ispirata dal profondo dolore e dalla passione dei […]

Continua a leggere · 11 minuti di lettura
Arianna Fontanot
pubblicato 4 anni fa in Letteratura

Costantino Kavafis: il viaggio come maniera di costruire se stessi

Costantino Kavafis: il viaggio come maniera di costruire se stessi

Chi siamo, dove andiamo e perché ci stiamo andando? L’antichità ha ancora qualcosa da insegnarci? Possiamo davvero imparare da un poeta?   È un errore venire qui con l’animo di chi entra in un museo. Bisognerebbe diradare la cortina affascinante, e talvolta paurosa, delle immagini che si vedono, delle forme che si toccano, per entrare […]

Continua a leggere · 9 minuti di lettura
Giulia Mattioni
pubblicato 4 anni fa in Arte

Henri Matisse

“La gioia di vivere” e il colore rivoluzionario di Matisse

Henri Matisse

Io sogno un’arte equilibrata, pura, tranquilla, senza soggetto inquietante o preoccupante, che sia per ogni lavoratore intellettuale, per l’uomo d’affari come per l’artista di lettere, un lenitivo, un calmante celebrale, qualcosa di analogo a una buona poltrona che lo riposi dalle sue fatiche fisiche Le agitazioni esteriori, il rumore, il caos, l’inquietudine non sembrano aver […]

Continua a leggere · 7 minuti di lettura